images

 

Campionato Zonale Laser 2017

YACHT CLUB CANNIGIONE

4ª prova Campionato Zonale Laser

27/28 maggio2017

Laser Standard  –Laser Radial– Laser 4.7

 

ISTRUZIONI DI REGATA

 

 

COMITATO ORGANIZZATORE: 

L’autorità organizzatrice è l’ASD Yacht Club Cannigione.

Nelle presenti Istruzioni di Regata sono utilizzate le seguenti abbreviazioni:

                CO          - Autorità Organizzatrice - Comitato Organizzatore

                CIS         - Codice internazionale dei segnali

                CdR        - Comitato di Regata

                CT          - Comitato Tecnico

                CdP        - Comitato delle Proteste

                IdR         - Istruzioni di Regata

                RRS        - Regole di Regata World Sailing (WS) 2017 - 2020

                UdR        - Ufficiale di Regata

                SR           - Segreteria di Regata

                PRO        - Principal Race Officer

[DP] indica una regola per la quale la penalità è a discrezione del CdP.

[NP] indica che un’infrazione di questa regola non potrà essere oggetto di protesta da parte di un’imbarcazione (vedasi IdR 26.7).

1 REGOLE

1.1     La regata è governata dalle “Regole” come definite nelle RRS

1.2     Sarà applicata l’Appendice P, Speciali procedure per la RRS 42

1.3     La regola della Classe Laser 7(a) è ristretta come segue:

Solo una persona dovrà essere a bordo mentre la barca è in regata. Il suo nome dovrà essere quello riportato nel modulo di iscrizione.

1.4    Tutte le barche con lo stesso armamento sono definite come “flotta”.

1.5     Il documento FIV “Norme per l’Attività Sportiva Nazionale organizzata in Italia 2017” è da considerarsi regola.

1.6     Ai sensi della Regulation 20 della WS la pubblicità è ammessa.

1.7     La classe Laser sarà suddivisa nelle flotte così definite: Classe Laser standard, Classe Laser Radial m/f, Classe Laser 4.7 m/f. Quando nessuna flotta abbia un numero di iscritti superiore a 80, la regata non sarà divisa in batterie. Quando anche una sola flotta abbia un numero di iscritti compreso fra 81 e 90 potrà essere divisa in batterie a discrezione del CdR. Qualora superi i 90 iscritti, quella flotta dovrà obbligatoriamente essere divisa in batterie il più possibile omogenee per dimensioni e qualità come descritte nell’Addendum D delle IdR.

 

2         [DP] [NP] REGOLE RIGUARDANTI LA SICUREZZA

2.1     Il CdR potrà protestare una barca per un’infrazione a queste regole di sicurezza

2.2     I concorrenti dovranno indossare dispositivi personali di galleggiamento in ogni momento quando siano in acqua, tranne che per un tempo limitato quando cambiano o aggiustino indumenti o attrezzature personali.

2.3     Le barche che non lasciano gli ormeggi per regatare in una prova programmata dovranno prontamente informare la SR.

2.4     Una barca che si ritira dovrà informare il CdR prima di abbandonare l’area di regata o, qualora ciò risulti impossibile, dovrà informare la SR appena possibile dopo essere rientrata a terra.

2.5     Le barche che si ritirano dalle prove in conformità alla IdR 2.4 devono compilare un modulo di dichiarazione di ritiro e depositarlo presso la SR prima del tempo limite per le proteste.

2.6     Le imbarcazioni non in regata non dovranno interferire con i battelli ufficiali.

2.7     Quando il CdR espone la bandiera V con suoni ripetuti, tutte le barche ufficiali e di appoggio dovranno monitorare il canale VHF 72 ed eseguire eventuali istruzioni di ricerca e soccorso.

2.8     Le Imbarcazioni che, per qualsiasi motivo dovessero arrivare a terra lontano dal Circolo organizzatore e che non fossero in grado di raggiungere i posti loro assegnati, devono informare immediatamente il CO per telefono al seguente numero 333 1561709.

2.9     I concorrenti che richiedono assistenza da parte delle barche di soccorso devono agitare un braccio con la mano aperta. Se l’assistenza non viene richiesta, il braccio deve essere agitato con le dita della mano chiusa a pugno. Se considerato necessario può essere imposto al concorrente di abbandonare la barca e salire sul mezzo di soccorso. In questo caso si applicherà un nastro bianco e rosso alla barca abbandonata in modo che si sappia che l’equipaggio è stato comunque salvato

3. [DP] [NP] CODICE DI COMPORTAMENTO

3.1           I concorrenti dovranno adeguarsi ad ogni ragionevole richiesta formulata da un UdR o dal CO.

4. COMUNICAZIONI AI CONCORRENTI

4.1 Le comunicazioni ai concorrenti saranno affisse nella bacheca ufficiale che si trova presso la SR

4.2 Quando un segnale visivo viene esposto sul simbolo di una flotta, il segnale si applica solo a quella flotta. Questo cambia il preambolo dei Segnali di Regata.

4.3 I segnali a terra verranno esposti sull’albero dei segnali situato presso lo Yacht Club Cannigione .

4.4 Quando il segnale di regata Intelligenza è esposto a terra “1 minuto” è modificato con “non meno di 30 minuti” con riferimento al RRS “segnale di regata Intelligenza”. Quando il segnale di regata “Intelligenza su H” è esposto a terra, significa che le imbarcazioni non devono uscire in acqua, il segnale di avviso sarà esposto non meno di 30 minuti dopo l’ammainata del segnale “intelligenza su H” esposto a terra. Questo modifica il segnale di regata “Intelligenza su H”.

5. MODIFICHE ALLE ISTRUZIONI DI REGATA

5.1 Qualsiasi modifica al formato o al programma delle gare dovrà essere pubblicata entro le ore 19,00, del giorno precedente a quello in cui avrà effetto e ogni altra modifica alle IdR dovrà essere esposta non più tardi di un’ora dal primo segnale di avviso della giornata.

5.2 Qualora un qualsiasi addendum alle IdR venga modificato, una versione aggiornata dello stesso dovrà essere esposta nel Tabellone Ufficiale come parte di queste IdR.

5.3 Ogni modifica delle IdR dovrà essere approvata dal CdR.

6. FORMATO DELLE REGATE

6.1 Il formato per tutte le classi sarà costituito da una singola serie di prove.

6.2 Le tre flotte di Classe regateranno separatamente tranne che nel caso in cui debbano essere divise in batterie

6.3 Per le classi m/f (Radial e 4.7) i maschi e le femmine partiranno assieme.

6.4 Ai fini della Ranking List Zonale non saranno stilate classifiche separate per maschi e femmine sia nel caso di flotta unica che di regate a batterie

7. PROGRAMMA DELLE REGATE

7.1 Per la classe Laser Std – Laser Radial m/f – Laser 4.7 m/f il numero di prove è fissato in 4 con la disputa di due prove al giorno. Per queste classi, nel caso di manifestazione su più giorni, ogni giorno potrà essere disputata una prova aggiuntiva, a condizione di non portarsi in anticipo sul programma per più di una volta, oppure per recuperare una prova non disputata precedentemente.

7.2 Per tutte le classi le regate inizieranno il 27/05/2017 e si concluderanno il 28/05/2017; il segnale di avviso della 1a prova del giorno 27/05/2017 sarà esposto, nell’area di regata, alle ore 14:30.

Per l’ora di esposizione del segnale di avviso per le prove dei giorni successivi al primo sarà esposto un comunicato entro le ore 19:00 del giorno precedente in cui avrà effetto. In caso di mancata comunicazione si riterrà confermata l’ora stabilita nel Bando di Regata.

7.3 Il segnale di avviso per ogni prova successiva alla prima del giorno sarà dato quanto prima possibile.

7.4 Per informare le barche che una prova o una serie di prove inizierà presto, la bandiera arancione delimitante la linea di partenza sarà esposta con un suono almeno cinque minuti prima che sia dato il segnale di avviso.

7.5 Nell’ultimo giorno di regate non verrà esposto nessun segnale di Avviso dopo le ore 16:30 ad eccezione di quelle classi che corrono con il sistema a batteria per le quali, se la prima batteria partirà entro le ore 16:35, la seconda batteria dovrà partire entro trenta minuti.

8 [DP] BARCHE E ATTREZZATURE

8.1 Tutti i concorrenti dovranno usare un solo scafo, vela, albero, boma, deriva e timone identificati nel corso delle procedure di stazza (vedi IdR 20)

8.2 Le concorrenti femmine dovranno esporre un rombo rosso di 240x180mm su ciascuna parte della vela in accordo con la regola di classe 4(g)

8.3 Per la Classe Standard è consentito l’uso della nuova vela Mark II. Tutte le imbarcazioni armate indifferentemente con la vela tradizionale o la vela Mark II costituiranno una unica flotta.

9  …..

10 AREA DI REGATA

10.1 L’ area di regata è mostrata nell’Addendum A delle IdR.

11 PERCORSI

11.1 Il diagramma di cui all’Addendum B delle IdR mostra il percorso, gli angoli approssimativi fra i differenti lati del percorso, l’ordine secondo il quale le boe devono essere passate ed il lato dal quale ogni boa deve essere lasciata.

11.3 Prima del segnale di avviso il CdR esporrà, possibilmente, la direzione bussola della boa 1.

12 BOE

12.1 Le boe 1, 2, 3, 4 saranno cilindriche di colore giallo.

12.2 La boa di partenza/arrivo sarà cilindrica di colore arancione.

13. BANDIERE DI CLASSE, DI AVVISO E SEGNALI IDENTIFICATIVI

Bandiere di Classe usate per il segnale di Avviso:

·         Flotta Laser Standard: Bandiera di Classe Laser, bianca

·         Flotta Laser Radial: Bandiera di Classe Radial, verde

·         Flotta Laser 4.7: Bandiera di Classe Laser 4.7, gialla

Qualora per una Classe si debbano correre regate a batterie, il segnale di avviso sarà la bandiera di Classe e la bandiera che identifica la batteria (Blu o Gialla).

14 PARTENZA

14.1 La regata partirà in accordo quanto stabilito dalla RRS 26 così modificata:

Segnale                                Bandiera                                                        Suoni                          Tempi da partenza

Avviso                                                 Classe                                                                   1                                             5 min

Preparatorio                                         P, U o Nera                                                          1                                             4 min

Ultimo minuto                                      Ammainata P, U o Nera                                     1                                             1 min

Partenza                                                Ammainata Classe                                              1                                             00___

La linea di partenza sarà fra un’asta con bandiera arancione posta sul battello CR sul lato destro della linea e, in alternativa

 (a) il lato del percorso di una boa gonfiabile posta sul lato sinistro della linea, oppure

 (b) un’asta con bandiera arancione sul battello controstarter posto sul lato sinistro della linea.

14.2 [DP] Una boa può essere ormeggiata sulla catena o cima d’ormeggio o filata a poppa del battello di partenza del CdR. Le barche non dovranno mai passare fra questa boa e il battello di partenza del CdR. Questa boa deve essere considerata parte integrante del sistema di ancoraggio del battello comitato.

14.3 [DP] Quando è in corso una sequenza dei segnali di partenza, le barche il cui segnale di avviso non è ancora stato esposto dovranno evitare l’area di partenza. Per area di partenza si deve intendere il rettangolo che si estende 50 metri dalla linea di partenza in tutte le direzioni.

14.4 Partenza con bandiera nera: La RRS 30.4 è così modificata: i numeri velici saranno esposti per almeno 3 minuti. Verrà emesso un lungo segnale acustico all’esposizione dei numeri velici delle barche BFD.

14.5 [DP][NP] Le barche il cui segnale di avviso non è ancora stato esposto non dovranno navigare nei pressi della linea di partenza o dei suoi prolungamenti (vedasi IdR 14.3)

14.6 Una barca che parta più di 4 minuti dopo il suo segnale di partenza sarà classificata DNS, a modifica delle RRS A4, A5 e 35.

14.7 Il limite minimo di vento per dare la partenza è fissato a 5 nodi.  Il limite superiore di velocità del vento è posto a 25 nodi. Solo in condizioni particolari il CdR potrà consentire di regatare con vento fino a 30 nodi. Il mancato rispetto di quanto sopra non potrà essere oggetto di richiesta di riparazione e ciò modifica la RRS 60.1 (b)

15 CAMBIO DEL SUCCESSIVO LATO DEL PERCORSO

15.1 Non saranno effettuati cambi di percorso.

15.2 I percorsi potranno essere ridotti ma non prima che sia stato compiuto il terzo lato.

 

16 ARRIVO

La linea d’arrivo sarà quella compresa fra un’asta con bandiera arancione posta sul battello CdR e:

a)       il lato del percorso di una boa gonfiabile di fine percorso posta nelle vicinanze, oppure

b)       un’ asta con bandiera arancione esposta su un battello del CdR posto nelle vicinanze

17 TEMPO LIMITE E TEMPO TARGET

17.1 Il tempo limite ed il tempo target per ogni prova e per ogni Classe sono i seguenti:

Classe

Tempo limite percorso (min)

Tempo limite boa N. 1 (min)

Finestra d’arrivo(min)

Tempo target

(min)

Laser Standard, Laser Radial m/f, Laser 4.7 m/f

70

25

20

50

17.3 Se nessuna barca avrà girato la Boa 1 entro il tempo limite della Boa 1, la regata sarà annullata.

Il mancato rispetto dei tempi target non sarà motivo per una richiesta di riparazione; questo modifica la reg. 60.1(b)

17.4 Le barche che non finiranno la prova entro il limite di tempo stabilito nella “Finestra d’arrivo” dopo che il primo concorrente ha compiuto il percorso e arriva, saranno classificate DNF. Questo modifica le RRS 35, A4 e A5.

18 & 19 …….

20 [DP] VERIFICA E SOSTITUZIONE ATTREZZATURE, CONTROLLI DI STAZZA

20.1 Sostituzione delle Attrezzature. Non è consentita la sostituzione di attrezzature o equipaggiamenti danneggiati o perduti senza la preventiva approvazione del CdR.

20.2 Una barca o la sua attrezzatura potranno essere controllate in qualsiasi momento per accertarne la rispondenza alle regole di classe ed alle IdR. In acqua una barca può ricevere dallo stazzatore o da un ispettore di attrezzature del CdR l’ordine di recarsi in un’area designata adibita alle ispezioni.

20.3 Se il danno dovesse verificarsi meno di 90 minuti prima della prima partenza prevista per quel giorno e prima della partenza dell’ultima prova in programma per quella giornata, potrà essere espressa un’approvazione verbale da parte del CdR. Sia il materiale danneggiato che quello in sostituzione dovrà essere presentato al CT (se nominato) o al CdR entro il tempo limite per la presentazione delle proteste. In questo caso la sostituzione è soggetta all’approvazione del CdR in forma retroattiva.

21 PENALITA’  E SISTEMI DI PENALIZZAZIONE

21.1 L’Appendice P verrà applicata integralmente con la seguente modifica: Se la prima penalità è segnalata dopo che è arrivata, la barca può eseguire la penalità, ritornare nel lato del percorso e tagliare nuovamente la linea di arrivo. Se non farà ciò riceverà una penalizzazione sul punteggio di 8 punti (modifica la RRS 35).

22 [NP] IMBARCAZIONI UFFICIALI

22.1 Le imbarcazioni ufficiali saranno così identificate:

 

Comitato di stazza

Bandiera Bianca con lettera “M”

Battello partenze CR

Bandiera arancione e guidone YCPR

Assistenza medica

Bandiera Bianca con croce rossa

Battello arrivi CR

Bandiera blu

Giuria

Bandiera gialla con “J” nera

Media

Bandiera Bianca con lettera “P”

Mezzi assistenza/posaboe dell’organizzazione

Guidone YCPR

Mezzi degli allenatori, team leader e personale

di supporto

Bandiera numerata

22.2 Azioni compiute da imbarcazioni ufficiali o elicotteri non potranno costituire motivo di richiesta di riparazione. Questo modifica la RRS 60.1(b).

23 [DP] IMBARCAZIONI DI SUPPORTO E SPETTATORI

23.1 L’Addendum C – Regole per le imbarcazioni di supporto si applica a tutte le imbarcazioni di supporto.

23.2 L’Addendum C - Regole per le imbarcazioni di supporto Parti 4 & 5 si applica anche alle imbarcazioni degli spettatori.

24 [DP] [NP] IDENTIFICATIONE  E PUBBLICITA’ QUANDO LE BARCHE SONO IN REGATA

24.1 Le barche dovranno esporre, ove richiesta, la pubblicità dello sponsor della manifestazione. Il CO fornirà la pubblicità o i numeri e le istruzioni per il loro uso.

24.2 Per le classi suddivise in batterie le barche dovranno esporre un/una nastro/banda colorato/a corrispondente alla batteria cui sono state assegnate. Il CO fornirà i nastri e le istruzioni per il loro uso.

25 PUNTEGGIO

25.1 Sarà applicato il punteggio minimo a tutte le regate.

25.2 Il punteggio di una barca sarà calcolato in accordo con la RRS A2.

25.3         Una barca che partirà oltre quattro minuti dal proprio segnale di partenza sarà classificata DNS.     Questo modifica le RRS A4 e A5.

25.4 La RRS A4.2 è modificata così che i punteggi sono basati su:

                (a) Il numero di barche assegnate per competere nella serie di regate come flotta singola;

                (b) Il numero di barche assegnate alla flotta più numerosa se la Classe è stata suddivisa in batterie.

25.5 La regata sarà valida anche con una sola prova valida disputata.

25.6 Nel caso di regate a batterie se alcune barche hanno effettuato più prove valide, I punteggi delle prove più recenti verranno esclusi in modo tale che tutte le barche abbiano lo stesso numero di prove valide; questo modifica le RRS 35, A4 e A5).

25.7 ……

25.8 Quando siano state completate meno di 4 prove, il punteggio di una barca sarà pari al punteggio di tutte le prove effettuate. Quando siano state completate in totale 4 o più prove, il punteggio di una barca sarà il totale dei punteggi delle prove effettuate scartando il risultato peggiore.

25.9 Parità saranno risolte in accordo con la RRS A8.

25.10 Per richiedere la correzione di un presunto errore del risultato di una prova esposto all’albo, una barca può compilare un modulo di richiesta di inserimento in classifica disponibile presso la SR.

26 PROTESTE, PENALITA’ E RICHIESTE DI RIPARAZIONE

26.1 Moduli di protesta sono disponibili presso la segreteria di regata e richieste di riparazione o di riapertura dovranno essere presentate entro l’appropriato tempo limite.

26.2 Per ogni flotta il tempo limite è di 60 minuti dopo che l’ultima barca ha terminato l’ultima prova del giorno o dall’issata di “Intelligenza su A” oppure “N su A”.

26.3 Il calendario delle udienze verrà esposto entro 30 minuti dallo scadere del tempo limite delle proteste per informare I concorrenti delle udienze in cui essi sono parti o chiamati come testimoni. Le udienze saranno tenute nella sala proteste ubicata presso la sede dello Yacht Club Porto Rotondo, possibilmente al tempo programmato. Le udienze possono essere programmate per iniziare fino a 30 minuti prima dello scadere del tempo limite per le proteste.

26.4 Avvisi di proteste da parte del CdR, del CdP e del CT saranno esposti all’Albo Ufficiale per informare le barche interessate in accordo con la RRS 61.1 (b).

26.5 Verrà esposto l’elenco delle barche penalizzate in accordo con l’Appendice P per infrazioni della RRS 42 e IdR

26.6 Le Penalità per infrazione delle IdR segnate [DP] sono a discrezione del CdP.

26.7 Infrazioni delle regole segnate con [NP] nelle IdR non potranno essere oggetto di protesta da parte di una barca. Questo modifica la RRS 60.1(a).

26.8 Non si applica il punto 3.5 del Bando di Regata.

26.9 L’ultimo giorno in cui sono in programma delle prove, una richiesta di riapertura di un’udienza dovrà essere depositata:

                (a) entro il tempo limite per le proteste se la parte richiedente la riapertura era stata informata della decisione il giorno precedente;

                (b) non più tardi di 15 minuti dal momento in cui la parte richiedente la riapertura era stata informata della decisione in quel giorno, o dal segnale di annullamento di tutte le regate esposto a terra.

Questo modifica la RRS 66.

26.10 Nell’ultimo giorno in cui sono in programma delle prove, una richiesta di riparazione basata su una decisione del CdP dovrà essere consegnata non oltre 15 minuti dal momento dell’esposizione della decisione. Questo modifica la RRS 62.2.

27 [DP] COMUNICAZIONI RADIO

Una barca non dovrà ne ricevere ne trasmettere comunicazioni via radio che non siano disponibili a tutti i concorrenti, tranne che in condizioni di emergenza o quando utilizza apparecchiature messe a disposizione dal CdR. Questa restrizione si applica anche ai telefoni cellulari e agli smartphone.

28 [DP] TRASH DISPOSAL

In qualità di naviganti, dobbiamo cercare di proteggere gli oceani, le acque costiere ed interne. Si veda la RRS 55. Le barche non dovranno intenzionalmente gettare rifiuti in acqua. I rifiuti possono essere consegnati alle barche appoggio o al CdR.

29. [DP] [NP] POSTI ASSEGNATI

Se previsto, le barche dovranno essere tenute nei posti loro assegnati.

30 & 31 -------

32 PREMI

32.1 Come da bando di Regata.

 

33 ESONERO DI RESPONSABILITA’

Come da regola fondamentale 4 i partecipanti alla regata di cui alle presenti IdR prendono parte alla stessa sotto la loro piena ed esclusiva responsabilità, i Concorrenti sono gli unici responsabili per la decisione diprendere parte o di continuare la regata. Il CO declina ogni e qualsiasi responsabilità per danni che possono subire persone e/o cose, sia in terra che in acqua, in conseguenza della loro partecipazione alla regata. E’ competenza dei Concorrenti decidere in base alle loro capacità, alla forzadel vento, allo stato del mare, alle previsioni meteorologiche ed a tutto quanto altro deve essere previsto da un buon marinaio, se uscire in mare e partecipare alla regata, di continuarla ovvero di rinunciare.

 

34 DIRITTI FOTOGRAFICI E/O TELEVISIVI

I Concorrenti concedono pieno diritto e permesso al CO di pubblicare e/o trasmettere tramite qualsiasi mezzo, ogni fotografia o ripresa filmata di persone o barche durante l’evento, inclusi ma non limitati a, spot pubblicitari televisivi e tutto quanto possa essere usato per i propri scopi editoriali o pubblicitari o per informazioni stampate.


ADDENDUM A AREA DI REGATA

ADDENDUM B PERCORSO

1.1.     Le distanze riportate sul diagramma del percorso sono quelle massime e possono variare in relazione alla velocità del vento e della corrente.

1.2.     Gli angoli alle boe 1 e 4 saranno di circa 60-70° e alle boe 2 e 3 di circa 110-120 gradi.

1.3.     Percorso: Start  1, 2, 3(s, d), 2, 3(s, d), 4, Finish.

La boa di poppa (3) potrà essere  costituita da un cancello (boe 3s e 3d). Il cancello potrà essere sostituito da una boa singola che dovrà essere lasciata a sinistra.

Per ciascuna classe il percorso potrà essere ridotto, a condizione che risulti di almeno tre lati. Questo ai sensi della regola 32.1 (e).

 

 

 


 

ADDENDUM C

Regole per le Barche degli Allenatori e Istruttori (BAI)

1. GENERALE

1.1. Queste Regole per le barche degli allenatori e Istruttori (BAI) dovranno essere rispettate dalle ore 9:30 del 29/4/2017 e fino alle 19:00 del 30/4/2017.

1.2. Per quanto riguarda lo scopo di queste Regole, per BAI si intende qualsiasi barca che sia sotto il controllo o la direzione di una persona che sta fornendo o può fornire supporto fisico o consulenza ad un atleta, includendo la raccolta di dati che possano essere usati in un tempo successivo.

1.3. Il CO può ispezionare le barche in qualsiasi momento per assicurarsi che queste Regole vengano rispettate, e la persona responsabile della barca dovrà collaborare per questa ispezione.

1.4. Una presunta violazione di qualsiasi di queste Regole può essere riportata al CdP che convocherà un’udienza. Come risultato dell’udienza il CdP potrà richiedere al CO di ritirare l’accreditamento e il diritto di accesso alla parte che ha commesso l’infrazione, con o senza l’opzione di sostituzione, stabilendo se questa misura si applica per un limitato periodo di tempo o all’intera competizione. In condizioni particolari il CdPpotrà anche deferire la parte alla Commissione Disciplinare.

1.5. Il CO può modificare le presenti Regole in qualsiasi momento. Qualsiasi modifica verrà esposta all’Albo Ufficiale.

1.6. Il CO potrà, a sua discrezione, rifiutare di registrare BAI non ritenute idonee. In generale sono considerate idonee barche di lunghezza compresa fra 4,0 e 7,5 metri con sovrastrutture assenti o minimali.

1.7. Le barche e i guidatori designati dovranno essere registrati presso la segreteria regate entro il termine per l’iscrizione di una barca alla manifestazione e comunque prima di scendere in acqua.

1.7.1. Ogni barca dovrà essere assicurata per Danni contro terzi per una copertura minima di           € 1.500.000,00 (o equivalente) per incidente.

1.7.2. Solo un allenatore o istruttore che si sia accreditato può essere guidatore designato.

1.7.3. La persona che registra la barca dovrà firmare per confermare che:

- è in possesso di una valida polizza di assicurazione da cui risulti la copertura della responsabilità civile per danni come richiesto al punto 1.7.1;

- che il guidatore designato è in possesso di una regolare patente (ove ricorra) per la guida dell’imbarcazione, idonea              alla guida della stessa;

1.8. Le barche BAI dovranno essere identificate con la bandiere fornita dal CO che deve essere esposte in maniera ben visibile.

2. REGOLE DA RISPETTARE NELLA LOCALITA’ DELLA MANIFESTAZIONE

2.1. Le BAI dovranno utilizzare le aree destinate all’uopo per essere messe in acqua. Una volta messe in acqua, I carrelli dovranno essere immediatamente portati nel luogo loro destinato o in base alle istruzioni di volta in volta fornite dal CO.

2.2. Solo le BAI registrate potranno accedere alla località della manifestazione.

2.3. Quando non utilizzate, le BAI dovranno essere ormeggiate in maniera appropriate nella località della manifestazione nei posti loro assegnati, per l’intero periodo in cui queste regole si applicano.

2.4. Le BAI non dovranno utilizzare gli scivoli destinati alla messa in acqua delle barche dei regatanti per nessuna ragione, incluso l’ormeggio, la messa in acqua o il recupero o l’imbarco o lo sbarco di qualsiasi tipo di apparecchiatura.

3. SICUREZZA

3.1. Ogni accompagnatore o allenatore accreditato dovrà obbligatoriamente sottoscrivere l'apposito modulo FIV presso  la SR dichiarando :

                a. le caratteristiche del proprio mezzo di assistenza;

                b. l'accettazione delle regole per gli allenatori ed accompagnatori accreditati descritte in queste Regole;

                c. i nominativi dei concorrenti accompagnati.

Qualora si verificassero condizioni tali da richiedere il rientro immediato delle imbarcazioni, il CdR isserà le bandiere N sopra INTELLIGENZA accompagnate da ripetuti segnali acustici. Da questo momento gli accompagnatori ufficiali accreditati dovranno collaborare con i mezzi di assistenza per il recupero ed il rientro a terra dei concorrenti.

3.2 Le BAI dovranno avere a bordo, oltre ai dispositivi previsti dalla Legge per il tipo di navigazione effettuata, le seguenti dotazioni:

-        radio VHF;

-        cima di traino (minimo 15m e 10mm di diametro);

-        funicella di stop del motore.

Si raccomanda di utilizzare sempre la funicella di sicurezza quando il motore è in moto

3.4. Gli Istruttori e Allenatori dovranno sempre eseguire le richieste degli Ufficiali di Regata. In particolare quelle riguardanti operazioni di salvataggio.

3.5. Le BAI dovranno inoltre adeguarsi a tutte le prescrizioni dell’Autorità Marittima competente per la sede della manifestazione.

 

 

 

4. LIMITAZIONI GENERALI

4.1. I guidatori designati di ogni BAI saranno ritenuti responsabili del controllo della barca in ogni momento e saranno inoltre ritenuti responsabili per qualunque comportamento inappropriato, azioni pericolose e, in genere, di qualsiasi azione che possa compromettere l’immagine o la sicurezza della manifestazione.

4.2. Le BAI non dovranno lasciare nessun dispositivo, pezzo di apparecchiatura, boe, segnali, correntimetri o altri dispositivi simili, permanentemente in acqua. L’uso temporaneo di oggetti galleggianti è consentito solo per effettuare eventuali misurazioni. Questi oggetti dovranno essere rimossi non appena la misurazione è stata effettuata.

4.3. Le BAI dovranno porre particolare cura per minimizzare la loro onda di scia quando transitano nell’area di regata.

5. ZONA DI RISPETTO

5.1. Le BAI non dovranno mai trovarsi:

-         A meno di 100 metri da ogni imbarcazione in regata

-         Entro 100 metri dalla linea di partenza a partire dal segnale preparatorio e finché tutte le imbarcazioni non abbiano lasciato       l’area di partenza o il CdR non abbia segnalato un differimento, un richiamo generale o un annullamento.

-         Fra qualsiasi imbarcazione in regata e la successive boa di percorso.

-         Fra il bastone di percorso interno e quello esterno quando le imbarcazioni stanno regatando su entrambi i percorsi.

-         Entro 100 metri da qualsiasi boa del percorso quando le imbarcazioni in regata siano in prossimità di quella boa.

-         Entro 100 metri dalle boe che delimitano la linea d’arrivo quando le imbarcazioni in regata si avvicinano alla linea perarrivare.

-         Entro aree soggette a altre limitazioni particolari applicabili nella località della manifestazione ed espressamente richiamate dal CO.

5.2 In aggiunta, le BAI che dovessero procedere ad una velocità superiore ai 5 nodi, dovranno tenersi ad almeno 150 metri da qualsiasi imbarcazione in regata.